LICEO  SCIENTIFICO   "PIETRO  PALEOCAPA"

ROVIGO

"M'illumino di meno"

Iniziativa che ha come obiettivo creare il buio artificiale coinvolgendo l'intera comunità a compiere un gesto simbolico che permetterà di far calare i consumi energetici giornalieri, spegnendo tutte le luci e i dispositivi elettrici non indispensabili.

Venerdì 19 Febbraio 2016

Il 16 febbraio ricorre l’anniversario della firma del trattato di Kyoto e per questa occasione, la trasmissione radiofonica Caterpillar di Rai Radio 2 ha indetto la Giornata del Risparmio Energetico al fine di sensibilizzare la società civile sui temi del risparmio energetico. Come ogni anno dal 2005, viene individuata una giornata simbolica a chiusura della campagna comunicativa della durata di un mese che per l'attuale edizione sarà Venerdì 19 Febbraio 2016.
Dato che l’attività scolastica si svolge prevalentemente di mattina, per le scuole è previsto un “fuso orario” speciale che prevede cinque minuti di “buio” alle ore 12:00.

La partecipazione all’iniziativa del mondo della scuola è un atto doveroso e si coglie l’occasione per dare ampia diffusione ai 10 punti richiamati dal protocollo di Kyoto sul risparmio energetico e sull’uso corretto delle risorse:

  • Spegnere le luci quando non servono;
  • Spegnere e non lasciare in stand by gli apparecchi elettronici;
  • Sbrinare frequentemente il frigorifero e tenere la serpentina pulita e distanziata dal muro in modo che possa circolare l’aria;
  • Mettere il coperchio sulle pentole quando si bolle l’acqua ed evitare sempre che la fiamma sia più ampia del fondo della pentola;
  • Se si ha troppo caldo abbassare i termosifoni invece di aprire le finestre;
  • Ridurre gli spifferi degli infissi riempendoli di materiale che non lascia passare aria;
  • Utilizzare le tende per creare intercapedini davanti ai vetri, gli infissi, le porte esterne;
  • Non lasciare tende chiuse davanti ai termosifoni;
  • Inserire apposite pellicole isolanti e riflettenti tra i muri esterni e i termosifoni;
  • Utilizzare l’automobile il meno possibile e se necessario condividerla con chi fa lo stesso tragitto.